1. Esse come sandra effe come fichetta (4)


    Data: 01/09/2017, Categorie: Prime esperienze, Autore: beggin, Fonte: Annunci69

    Un pomeriggio Mario disse che il sabato sera avrebbe organizzato una serata a tema molto calda, intitolata Il bocchino dalla teoria alla pratica, ed insistette perché noi due fossimo presenti. Le donne devono imparare a fare i pompini per soddisfare al massimo i partner e tenere legata la coppia, ma anche per conquistare un ragazzo il pompino è il massimo. Vi era poi la questione dello sperma che fa bene alla pelle ed è nutriente. Concluse dicendo inviterò due coppie le cui signore sono abilissime nell'arte. Occorre che voi portiate qualche amico ed amica svegli e soprattutto che non vadano a raccontare in giro quello che faremo. Riuscii a portare quattro amici e Sandra portò un'amica di cui si fidava e che mi disse molto interessata all'argomento. Entrambi avemmo il permesso per uscire di sera, io ero spesso solo nella casa del mare e non ebbi problemi, ed anche Sandra dicendo che usciva con questa amica di nome Nora e altri ragazzi tra i quali c'ero io potè venire alla serata. Allora non sempre si poteva sfuggire ai genitori. In sette ci presentammo alla villetta e dopo le presentazioni ci sedemmo a bere una bibita. Raccomandai agli amici di non bere alcolici che fanno brutti scherzi all'erezione. Laura era in gran forma con un abito semplice ed attillato, azzurro come il mare, molto sexy, Mario con la camicia scura aperta sul petto ed i pantaloni bianchi era veramente vestito per uccidere, come dicono gli americani. Sandra con un abitino a fiorellini era un amore ed io ... non potevo toglierle gli occhi da dosso, mi stavo forse innamorando? A volte mi chiedevo se eravamo entrati in un giro troppo diverso dal nostro modo di essere, come se avessimo dato un'accelerata alla nostra vita, passando da adolescenti a uomini in troppo poco tempo.<!-- /1013617/Annunci_300x250 --> googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1493738170950-0'); }); Ma tant'era e conveniva vivere la vita fino in fondo. Entrò la prima coppia, Marco, un tipo simpatico, e Inge, una biondona che tutti noi pensammo fosse tedesca. L'altra coppia aveva declinato l'invito. Faremo tra noi, disse Inge guardando i miei amici. Mario fece buio e proiettò un filmato francese sul pompino, in cui allegre ragazze leccavano cappelle, ciucciavano cazzi enormi, prendevano in bocca le palle attaccate a questi super uccelli ed in cambio ricevevano nelle loro boccucce quantità industriali di sborra. La pellicola si soffermava poi sui punti più erogeni dell'apparato maschile e Mario spiegava a noi che il francese non lo masticavamo per niente. Fece poi circolare la voce che noi maschi dovevamo tirare fuori i nostri attrezzi che erano già eccitati. Laura si avvicinò ad uno dei miei amici, Tino, e prese in bocca il suo sesso eretto, e cominciò a slinguazzarlo. Inge fece lo stesso con Francesco ed ebbe un approccio da vera professionista, leccando per bene la corona del glande poi cacciandoselo tutto in gola, per quando lungo - ed era lungo - fosse. I mariti guardavano divertiti ed ...
«12»