1. L'occhio indiscreto


    Data: 19/08/2018, Categorie: Voyeur, Autore: passepartout, Fonte: EroticiRacconti

    Diversi studiosi associano Halloween alla festa celtica di Samhain che secondo il calendario allora in uso, segnava la fine dell'estate dall'inizio dell'inverno, appunto il 1° Novembre e per un popolo agricolo quale quello celtico l'inverno significava che gli spiriti dei morti avrebbero esercitato un'influenza sul raccolto dell'anno precedente, una festa della natura più che un'esortazione al buio spiritismo ma nei secoli qualche cambiamento ha mercificato la ricorrenza come è accaduto a molte altre. Così è nata l'abitudine di aggirarsi nei quartieri, alla ricerca di qualche vicino che alla richiesta: “dolcetto o scherzetto” faccia scivolare nelle mani caramelle o altri dolciumi. Sarah era pronta da ore, Jack sarebbe passata a prenderla intorno alle 22 e avrebbero raggiunto un pub a circa un’ora di macchina per festeggiare in maschera il loro primo Halloween insieme. Per l’occasione aveva affittato un vestito da strega, personalizzando alcuni particolari, Jack invece sarebbe stato un vampiro. Si erano conosciuti attraverso amici in comune circa sei mesi prima, d’allora erano inseparabili, seppure avevano mantenuto una certa indipendenza. Alle 21 Jack chiamò la sua ragazza, aveva un attacco di febbre e non sarebbe riuscito ad alzarsi dal letto per quella sera, era dispiaciuto per la loro festa, spinse comunque Sarah ad andare ma lei non aveva l’auto e nessuno poteva venirla a prendere, inoltre i suoi genitori erano usciti e lei sarebbe rimasta sola in casa; rimasero per un ... po’ al telefono, poi Jack provato dalla febbre le disse che avrebbe dormito. La ragazza aveva indosso alcune parti del travestimento, il corpetto con l’ampia gonna di raso, i guanti neri a rete, i capelli corvini raccolti dietro la nuca, il trucco spesso e gotico con labbra carminio, calze autoreggenti nere. Si guardò allo specchio e pianse di rabbia, il loro primo Halloween era andato a farsi fottere prima di cominciare e pensare che aveva pensato di fare una sorpresa a Jack, una di quelle che l’avrebbe lasciato senza parole: sarebbe uscita senza mutandine, sapeva che Jack non se lo sarebbe mai aspettato da lei, per questo era elettrizzata da ciò che sarebbe successo. Si aggirò per casa senza sapere cosa fare con precisione, poi accese il pc, entrò in un forum dove si era iscritta da qualche mese e cominciò a scrivere nel post aperto sulla festa pagana. Molti scrivevano dei loro travestimenti, di come avrebbero trascorso la serata e ciò che avrebbero fatto dopo, qualcuno raccontava aneddoti sugli Halloween passati o strane storie di fantasmi; senza rendersene conto trascorse un paio di ore leggendo e rispondendo agli interventi, ricevette qualche messaggio sul telefono dei suoi amici ma poi il silenzio intorno a lei calò, si alzò dalla sedia solo due volte per distribuire caramelle ai bambini del vicinato, poi tornò desolata e sola al pc, l’unico vero amico per quella serata. Fu allora che notò gli interventi di un nuovo utente: Ulysses. Non si era presentato nella sezione ...
«1234»