1. Mia Madre, discoteche e cambiamenti


    Data: 04/09/2018, Categorie: Orge, Cuckold, Incesti, Dominazione, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Eravamo tornati a Milano da qualche settimana, di mio padre ancora nessuna notizia e io cominciavo a sentire il peso della gabbia, erano passate settimane dalla mia ultima sega e mia madre aveva deciso di scatenarsi con le provocazioni, girando costantemente nuda per casa e costringendomi ad assistere a tutte le sue scopate.Quando fui sull'orlo di esplodere mamma propose un accordo diplomatico, se l'avessi accompagnata in una discoteca lei mi avrebbe tolto la gabbia il tempo di farmi una sega.Io nonostante temessi quello che la mamma avrebbe potuto fare accettai.La mamma si preparò come per ogni uscita con una minigonna nera che sarebbe potuta essere una sciarpa e una canottiera bianca trasparente senza reggiseno sotto, io, essendo estraneo alle dinamiche sociali semplicente mi misi una tuta e attesi in salotto la partenza.Partimmo in macchina e guidava lei, dopo circa 10 minuti arrivammo al locale, subito mia madre venne notata dai bodyguard all'ingresso che la fecero entrare nonostante non fosse in lista e pure gratuitamente, ovviamente come da accordo per evitare scandali io mi dichiarai come marito di mia madre, solo una volta entrato comincia a capire il perchè della decisione, quella infatti non era una discoteca come tutte le altre, ma aveva una pista da ballo centrale e degli spazi appartati con dei divanetti ai lati, su ogni divanetto c'erano gruppi di persone che scopavano, presto realizzai che quello era un locale di scambisti.Per ottenere la mia sega però avrei ... dovuto reggereil gioco di fingermi marito di mia madre, ovviamente cuckold e di tenerle compagnia per tutta la serata.Cominciò subito a flirtare con qualche gruppo di persone e presto ottenne un discreto seguito, la compagnia era formata da 4 uomini e la moglie di uno di loro, mia madre mi chiamo a venire con loro e andammo su dei divanetti in disparte ai lati della pista da ballo.Mamma fece le presentazioni facendo calare la mia maschera di marito e rivelando la nostra parentela, il gruppo in parte si scandalizzò all'inizio, ma nessuno ci fece troppo caso per non dover rinunciare alla scopata imminente.Mamma iniziò a spogliarsi e venne presto copertadalle mani dei 4 uomini che ben presto cominciarono a tirare fuori i loro cazzi, uno di loro mise mia madre in ginocchio e lei di istinto cominciò a spompinarli con l'esperienza acquisita in queste ultime settimane, ben presto cominciaro a penetrarla causando lancinanti dolori a causa delle dimensioni esagerate dei loro peni, io ero seduto in disparte a guardarla ed avevo perso di vista la donna del gruppo che comparve all'improvviso alle mie spalle e mi ordinò di spogliarmi, io senza pensarci obbedì e quando mi girai mi resi conto che lei indossava uno strapon, mi si gelò il sangue nelle vene, non avevo mai provato qualcosa del genere e la sua sola vista mi spaventava, nonostante fosse più piccolo dei cazzi che stavano spalancando mamma.Mia madre non tardò a farsi sentire e mi ordinò di prenderlo ricordandomi che solo così avrei ...
«12»