1. Io, giulia e mario (capitolo 5)


    Data: 09/10/2018, Categorie: Prime esperienze, Autore: macchiettadiseta, Fonte: Annunci69

    RACCONTO DI GENERE: CUCKOLD, BISEX, TRIO, PRIME ESPERIENZE, DOMINAZIONE E TRADIMENTI. CERCATE GLI ALTRI CAPITOLI NELLE DIVERSE SEZIONI. CAPITOLO 5 Ci diamo tutti e 3 una sciacquata veloce in doccia e andiamo a cenare. Mario è un ottimo cuoco tra le altre cose, e in 10 minuti ci ha preparato una cenetta deliziosa. Per andare a cena Mario ha dato un pigiamino della moglie a Giulia ed a me visto che la sua roba era troppo grossa ha pensato bene di darmi dei pantaloncini da palestra della moglie e una maglietta a vita bassa. Bè io mi sono vergognato molto a metterli davanti a Giulia, perché più che pantaloncini erano delle culotte molto strette e sgambate e lasciavano sbucare le mie chiappette. Ma Giulia e Mario, scherzando e prendendomi in giro mi hanno detto che mi stavano bene e così mi sono lasciato convincere. Così siamo andati a cenare. Io ho apparecchiato mentre Mario cucinava e Giulia intanto stava seduta e si guardava la tv. Ogni tanto mi guardava e si metteva a ridere sul mio abbigliamento. - Amò, sai che stai proprio bene vestito da femminuccia? Ahahahah Se ero un uomo quasi quasi ci facevo un pensierino ahahah - Smettila Giù, che già mi sento in imbarazzo! Mentre mangiavamo se mancava qualcosa chiedevano sempre a me di andarla a prendere. Ogni tanto sentivo che ridevano di me, ma io non ci facevo caso. L’ennesima volta che mi sono alzato Mario mi dice: - Sai che hai proprio un bel culetto? Quasi quasi dopo lo rompo anche a te! Che ne dici? Io non gli rispondo e ... faccio la faccia offesa e faccio per andare via, ma mi giro un attimo e vedo Giulia che gli dà una gomitata come per dire di non prendermi troppo in giro e sento lui ridere di gusto. Quando sto per risedermi passandogli accanto Mario mi dà un pizzico sul culetto facendomi strillare e dicendomi: - Ah, però! È anche bello sodo! Più del tuo Giulia! E lei: - Ma smettila, non dire scemenze - Si sì, non sto dicendo cavolate senti qua. E prendendomi con forza una mano mi fa girare su me stesso e mi palpa il culo con forza e anche Giulia lo fa e ammette:- Si forse è un po’ più sodo del mio lo devo ammettere, ma lascialo stare il mio tesoruccio! Finito di cenare, speravo che Giulia almeno si mettesse a lavare i piatti, invece loro due si alzano e mi dicono di sistemare e tutto e di raggiungerli in camera da letto.<!-- /1013617/Annunci_300x250 --> googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1493738170950-0'); }); Io mi metto di buona lena a sparecchiare e lavare i piatti per poi correre su in camera. Inutile dire che quando sono entrato loro stavano già nudi e si stavano baciando con passione. Mario si accorge della mia presenza e mi dice: - Dai spogliati e vieni a leccargli il culo che ho voglia di rifarglielo. Io prontamente ubbidisco e non appena mi denudo mi getto sotto il culo di Giulia. Con estremo piacere inizio a baciarlo e laccarlo, cerco di spingergli la lingua dentro e noto la facilità con cui ci riesco. Lei si mette a pecora e si dedica all’uccello di Mario, io ...
«1234»