1. La "compagna del liceo"


    Data: 09/10/2018, Categorie: Tradimenti, Autore: SICILIANDO, Fonte: Annunci69

    Due o tre messaggi veloci, non banali, ma certamente rituali. Messaggi d'approccio normali per chi si conosce su un sito come questo. "Prendiamo le misure", le distanze da quel che non ci piace, approfondendo velocemente quel che invece amiamo fare entrando anche nei dettagli. Viviamo nella stessa città, cerchiamo sul medesimo sito la trasgressione ad una quotidianità spesso fin troppo oppressiva, siamo impegnati al di fuori del sito ma qui giochiamo da single, siamo sulla stessa lunghezza d'onda. Lei mi racconta i suoi desideri nascosti, io anche. Scambiamo il numero di cellulare per continuare su whatsapp, perché il sito non ci bastava più, volevamo "portarci in giro" nei diversi momenti della giornata entrando sempre più dentro la vita dell'altro. Reciprocamente. Ed ecco arrivare le prime foto di dettagli, eccitanti, naturali, veri! Spinti dalla reciproca voglia di scoprire lo sconosciuto dall'altra parte del telefono ci spingiamo a voler sentire la sua voce; io la chiamo! Lei risponde quasi subito, stupita per il mio gesto ma piacevolmente colpita, sottolineando che a breve avrebbe sicuramente provato a farlo lei. Eccoci li, io e lei al telefono, la sua voce calda, gentile, familiare, di una persona della quale ti puoi fidare. La mia decisa, incalzante, legata alle mille emozioni che iniziano a far nascere pensieri e desideri di avere presto qualcosa di ancora più concreto. La reciproca convinzione di esserci trovati, la consapevolezza di avere un grande feeling...raro ... di questi tempi. Galeotto fu il sito, dato che subito dopo qualche battuta più precisa su chi eravamo e di cosa ci occupassimo nella vita di tutti i giorni decidemmo di scambiare delle fotografie del nostro volto. La curiosità era davvero tanta, io fui il primo e lei appena ricevuta la mia smise di rispondere senza più inviare la sua. Non capivo, un cambio di rotta tanto repentino, un atteggiamento che stonava con quella grande intesa appena riscontrata. Mille domande, poche risposte, tante supposizioni e seghe mentali. Alla fine solo un pensiero mi balenava in mente: "ci conosciamo al di fuori del sito"! "Lei adesso sa chi sono io ma io non so chi è lei". Le belle sensazioni che fino ad un attimo prima pompavano il sangue nelle vene, eccitando ogni muscolo del mio corpo, solleticando il cervello, adesso mutavano in fastidio ed irritazione. Mi sentivo in una posizione scomoda perché fin da piccolo ho sempre rispettato gli accordi e se si prende un impegno reciproco di inviare la foto reale del proprio volto è chiaro che - indipendentemente da chi accetta di farlo per primo - entrambi oramai abbiamo accettato di farlo. Con mio grande dispiacere lei sparì! Dopo circa 24h trilla il cellulare, whatsapp, messaggio della cara sconosciuta: "scusami, sono sparita perché ho avuto molti casini e non ho potuto scriverti prima".<!-- /1013617/Annunci_300x250 --> googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1493738170950-0'); }); io: "beh, raccontale ad un altro queste ...
«1234...7»