1. La mia prima coppia


    Data: 10/10/2018, Categorie: Trio, Autore: zagor1191, Fonte: Annunci69

    Mi è sempre piaciuto questo mondo particolare ed ho sempre guardato annunci di coppie che aprivano i loro confini, in particolar modo mi attiravano quelle vere, genuine, della porta accanto. Nel guardare annunci della mia regione trovo loro, Giorgio e Sofia ed invio, come spesso avevo iniziato a fare, una mail di presentazione con foto censurata. Mi arriva una risposta. “Sono il lui della coppia, conduco io il gioco, il cell è , prova a chiamare domani dopo pranzo.” Inutile raccontarvi l’emozione della prima volta. Lo chiamo, un po’ di naturale imbarazzo, una battutina stupida, si rompe il ghiaccio, lui mi dice cosa cercano o meglio cosa cerca, sono alla prima volta, non mi garantisce nulla e mi propone un incontro in luogo pubblico. Io accetto dicendogli che potevamo incontrarci in un centro commerciale nella mia zona e fissiamo giorno e ora. Arrivo all’appuntamento fissato, parcheggio la mia auto, li telefono, lui risponde e mi spiega dove avevano parcheggiato. Li raggiungo, lui scende, sulla quarantina, altezza media , faccia simpatica e da bravo ragazzo, si presenta ed insieme andiamo alla portiera da cui scende lei. Trentenne, sul metro e settanta, occhi verdi, lineamenti piacevoli, chiara di capelli ma scura di carnagione, quinta di seno, forme giuste. E’ imbarazzata e tutti e tre, saltati i convenevoli di rito, ci rechiamo all’interno del centro commerciale per bere questo famoso nostro caffè insieme. Parliamo del più e del meno e poi lui mi spiega cosa loro avevano ... in mente, le cd. “regole del gioco”, che erano alla prima esperienza, che erano insieme da una vita, che fantasticavano da tempo la cosa, che la trasgressione era principalmente sua ma che a lei non dispiaceva affatto, che non necessariamente doveva accadere chissà che cosa, che loro ne avrebbero parlato a casa e mi avrebbero fatto risapere. Lei taceva ed era evidente l’imbarazzo quando si scendeva nei dettagli operativi concreti, io rassicurai entrambi con l’intenzione di tranquillizzare soprattutto lei che, tuttavia, non si fermò un attimo nello squadrarmi da capo a piedi con non certo indifferente interesse. Dopo qualche giorno Giorgio mi richiama per dirmi che a Sofia ero piaciuto e che se mi andava potevamo fare un altro appuntamento, stavolta a casa mia. Spiegai la strada per arrivare da me e al giorno e all’ora prefissata lui mi chiamò avvertendomi che erano a 5 minuti da casa. Bussa il citofono, dico loro dove parcheggiare e di ribussarmi per salire su. Bussano alla porta, saluto lui e faccio il baciamano a Sofia. Top aderente e tailleur nero con gonna corta, calze a rete, molto profumo.<!-- /1013617/Annunci_300x250 --> googletag.cmd.push(function() { googletag.display('div-gpt-ad-1493738170950-0'); }); Lui camicia e cravatta demodè sotto uno spezzato largo modello impiegato di provincia. Entrano, si accomodano in divano, offro loro un caffè, e parlando parlando lui inizia ad accennare alla biancheria recentemente acquistata insieme per la signora. Lei mostra imbarazzo ...
«123»