1. Assia


    Data: 10/10/2018, Categorie: Etero, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    Ho deciso di scrivere , di raccontare, alcune mie esperienze. Non ho il dono di una buona penna, ma farò il possibile per descrivere al meglio le situazioni, le sensazioni, per dar vita nel modo migliore a questi ricordi.Oggi ho superato i 30 anni, e guardandomi non lo direste, ma ho avuto e continuo ad avere delle belle soddisfazioni. Sono piacente, ma non certo un modello: statura medio bassa, un po’ di pancetta, lineamenti del viso dolci e due grandi occhi azzurri, spesso porto i capelli lunghi. Un modo di fare garbato e galante, almeno all’inizio…La prima esperienza che voglio raccontare è di diverso tempo fa, avevo, se non ricordo male, 25 anni , lei si chiamava Assia…Sono su un treno locale che mi sta portando in provincia, verso Torre Annunziata. Il mare scorre alla mia destra e penso ai contorni della cazzata che sto facendo… 24 ore fa ero al pc , in chat, a parlare di fotografia e musica con questa ragazza, Assia; mi dice che le piacciono le foto vintage di playboy, quelle con le modelle in carne e dai seni molto grandi… ovviamente le chiedo il perché, ed arriva la risposta scontata: anche lei ha i seni molto grandi, TROPPO grandi dice, e si rivede in questi canoni di bellezza ahime non più di moda. La conversazione vira prepotentemente sulle tette di Assia, che si scoprono essere di una sesta misura e belle sode…- Non ci credo, devo vederle!- Non ho problemi – mi dice – quando vuoi.Ed eccomi qui, sul treno che mi porta da lei e dalle sue enormi tette. Ma ci sarà ... davvero lei ad aspettarmi? E se fosse uno scherzo per questo stupido credulone arrapato? O peggio ancora, se trovassi un maniaco?Ma ormai sono qui, e la curiosità è troppa, per non parlare dell’eccitazione. Ecco la mia stazione, scendo, spero per il meglio. Non so che aspetto abbia. Fuori alla stazione ci sono poche persone, nessuna ragazza, la cosa non promette bene. La chiamo, mi dice che sta arrivando.Ecco, vedo arrivare una bella moretta, un po’ in carne ma niente male! Sto per avvicinarmi a lei, quando sento una voce che mi saluta da dietro- Ciao Giò!Mi giro, ed eccola li. Purtroppo, ad essere sincero, non sono le tette la cosa di maggior nota. La ragazza è piuttosto in sovrappeso. Eppure… due occhi stupendi, grandi, luminosi… ad oggi non ricordo di che colore fossero, forse azzurri o verdi, ma ricordo il magnetismo irresistibile che emanavano.- Ciao – rispondo come un cretino, dopo averla fissata qualche secondo di troppoE solo in quel momento, passo a guardarle la camicetta, tutta abbottonata fin sotto la gola. Le tette, enormi, ci sono davvero.Dopo un secondo d’imbarazzo tipico del primo incontro dal vero di una conoscenza in chat, ci scambiamo due baci e un sorriso. Eccoci qui, eccomi qui, in un posto che non conosco, con una persona che non conosco, che non trovo molto attraente ma che mi sta dominando con lo sguardo. E sono qui, da vero porco, per le sue enormi tette…Non parliamo molto, lei si attacca al mio braccio e cominciamo a camminare. Mi chiede giusto del ...
«1234»