1. Mia moglie


    Data: 10/10/2018, Categorie: Etero, Autore: Anonimo, Fonte: RaccontiMilu

    non poteva non procurarle un certo dolore, la bocca semi aperta pronunciava frasi di una sconcezza divina tipo 'allora cosa ne pensi di questa lurida troia che hai trovatonel tuo letto,vedi come sono diventata brava, adesso che sono come tu mi vuoi dovrai pagarmi come fanno tutti gli altri uomini con cui scopo quando tu sei lontano da casa e la mia figa vuole godere, all'inizio l'ho fatto solo per piacere ma poi visto che siete tutti dei luridi porci schifosi ho deciso che per farvela pagare non c'era niente di meglio che guadagnarci sia in sesso che in denaro e dovrai essere molto bravo altrimenti il conto sarà molto salato, più mi farai godere meno dovrai pagare.? devo dire chestavo cedendo a quel trattamento, cercai di raggiungere la sua bocca per farla tacere ma in tutta risposta dopo un inizio di bacio mi addentò letteralmente il labbro inferiore con una violenza tale che ebbe almeno il risultato di fermare la mia libidine allontanando l'orgasmo che stava crescendo in me.Vedendo il mio sguardo perplesso sorrise con una dolcezza immensa si sdraiò sopra di me e cominciò a sbaciucchiarmi con libidine e trasporto, il suo corpo prese a muoversi con sensualità facendosi entrare e uscire il cazzo quasi completamente dalla figa che causa l?eccitazione era una cascata di umori che mi avevano bagnato completamente il cazzo e le palle colando finoin mezzo alle chiappe.Allontanato il mio orgasmo mi dedicai completamente a lei accarezzando il suo splendido corpo partendo dalla ... schiena fino a raggiungere le chiappe belle sode che cominciai a palpare strizzandole leggermente, lei mi chiese di stringergliele più forte incitandomi ad aumentare la stretta, decisi di assecondarla anche se avevo paura di lasciarle dei segni visto il vigoreche ci stavo mettendo.Aad un certo punto ricordandomi quanto mi aveva fatto durante il pompino di apertura cercai di bagnarmi le dita nelle vicinanze della figa da dove colavano abbondanti secrezioni e dopo averle sfiorato per un paio di volte il buchetto vi introdussi con lenta ma inesorabile decisione due dita completamente, nello stesso istante staccò la sua bocca dalla mia ed inarcando all'indietro la testa emise un urlo che corrispose al suo orgasmo, sentivo la sua voce per la prima volta durante un orgasmoed era bellissimo, nel contempo la figa pulsava attorno al cazzo dandomi delle strette violente che non pensavo sinceramente possibili visto quanto si fosse dimostrata accogliente appena un attimo prima.Durante tutta la durata dell?orgasmo mi incitò a penetrarla più a fondo con le dita che aveva nel culo, dopo un tempo che sembrava interminabile si abbandonò su di me chiedendomi di sfilare le dita dal buchino posteriore, distese le gambe e rimase ben impalata sul cazzo che non voleva saperne di ammorbidirsi, dopo un paio di minuti durante i quali continuai ad accarezzarlelo splendido corpo felice di quanto fosse successo fino a quel momento la sentii muoversi, riprese a strusciarsi contro di me ma lo sperma che ci ...