1. Rientro dalle vacanze (1)


    Data: 11/10/2018, Categorie: Lui & Lei, Autore: chicoduro, Fonte: Annunci69

    Anche quest'anno è finita l'estate e con essa anche le vacanze. Le ho passate in Italia, cosa che non capita spesso, ma questa volta non avevo più voglia di viaggiare per cui ho optato per un paio di settimane tranquille, dedicate soprattutto a frequentare gli amici che per via del fatto che lavoro sempre all'estero non ho più occasione di frequentare con continuità. Mi sono divertito, ho passato serate allegre e spensierate, quello che volevo. Ora purtroppo è il momento di riprendere a lavorare, biglietto aereo in tasca e valigia in mano, come sempre, appuntamento con i mio capo in aeroporto e saluti a tutti. Mi arriva un messaggio del capo avvertendomi che non viaggiamo soli ma si aggrega una ragazza che vuole provare a lavorare all'estero, stufa della precarietà italiana, loro hanno imbarco prioritario quindi ci vedremi direttamente sull'aereo, mi terranno un posto vicino a loro. Questa notizia allevia parzialmente la tristezza per la fine delle vacanze, però la sensazione dura poco, la tipa si è presentata in maniera molto anonima, jeans, maglietta, felpa, scarpe da ginnastica e occhiali da sole, mi accoglie con un freddo "piacere Marta" e si ruba il posto finestrino, il capo in centro io lato corridoio. Il viaggio è monotono, già rimpiango le lunghe serate alcoliche e piene di battute pesanti e risate, va beh,quando arriviamo a destinazione sarà tutto più interessante, Tenerife ormai la conosco bene, se sai scegliere puoi divertirti spendendo pochissimo e conoscendo ... sempre donne nuove in vacanza. Finalmente arriviamo a destinazione e ci sistemiamo nelle nostre stanze, io sempre nella solita, Marta nella stanza di fianco, il capo ha casa poco lontano, i cuochi e il resto del personale è già arrivato per cui passo a salutare tutti, due chiacchiere e Marta conferma la mia prima impressione, freddina, distratta, poco entusiasta. E' la prima ad andare a dormire, io mi soffermo un po' in giardino a chiacchierare, un'ultima birra e poi mia avvio verso la mia stanza, domani si ricomincia. Suona la sveglia "cazzo già?", apro gli occhi e sento di sotto i rumori tipici della cucina dove stanno preparando la colazione per tutti, i cuochi, i ragazzi e Marta sono già all'opera da un'ora, io con pochissima voglia metto la divisa da lavoro e scendo. Mi servono due caffè forti per riprendermi e una bella colazione all'inglese per partire, sono stato via tre settimane per cui si sono accumulati diversi lavori, giardinaggio soprattutto, oltre a quelli che avevo lasciato in sospeso prima di partire. L'hotel è stato full per tutto il tempo per cui c'è anche da rimediare ai danni fatti dagli ospiti, che palle. Mi trascino fino a ora di pranzo, annunciata dalle urla di Marta che chiama i lavoranti a rapporto. Lei smette subito dopo pranzo e io ne avrò fino alle 17, per cui quando mi chiede se posso accompagnarla a comprare le sigarette quando ho finito non la prendo benissimo, avevo voglia di andare in spiaggia a farmi un bel bagno di sole, va beh le dico di si ...
«123»